Un blog al giorno

CALCIO: ALLENARE I PORTIERI DEL FUTURO

Dall’Apport un’esercitazione pensata per sviluppare nei giovani numeri uno capacità tattiche di impostazione del gioco, trasmissione palla e smarcamento.

L’esercitazione proposta in questo post è pensata per la trasmissione palla in generale, con le mani e con i piedi, ma richiede ai giovani calciatori, la capacità di sviluppare alcuni principi relativi alla lettura delle situazioni di gioco e quindi del senso tattico. Si ragiona in termini di opportuno piazzamento in funzione della posizione della palla, dei compagni e dell’avversario. I giovani portieri si passano il pallone muovendosi all’interno di un’area di lavoro caratterizzata dalla presenza di alcuni paletti disposti come nel video in apertura.


I TRE STEP CONSIGLIATI

Inizialmente si richiede movimento continuato e trasmissione del pallone l’un l’altro, evitando l’opposizione passiva dei paletti secondo il principio del “gioco dove vedo”. Il secondo step prevede che i giocatori diano e ricevano palla effettuando uno smarcamento dietro i paletti. Queste due proposte sono quelle consigliate anche per i più piccini. Dalla categoria Esordienti in poi è possibile introdurre una variante che alza il livello di difficoltà. Si richiede una triangolazione fra due giocatori come in precedenza e un successivo passaggio a un terzo che si smarca all’esterno dell’area di lavoro (indicativamente un quadrato di 10 metri per 15). Questi deve ricevere, rientrare e ricominciare la sequenza. Il passaggio dall’utilizzo delle mani a quello dei piedi è pensato in ottica delle caratteristiche che vengono richieste al portiere moderno, sempre più undicesimo vero uomo di movimento e partecipe alla fase di possesso e costruzione della manovra dal basso. Per rendere l’esercizio stimolante e ritmato si consiglia di non abbassare le velocità d'esecuzione stimolando i calciatori verbalmente. Dalla categoria Allievi si possono disporre rettangoli concentrici con varianti di giocata su uno o un altro spazio dopo la trasmissione a seconda dello stimolo dell’allenatore. Tempo di lavoro consigliato: massimo venti minuti.

 

Leggi gli altri articoli e guarda le altre video esercitazioni a cura di Ivan Beghi e Claudio Rapacioli

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO

CALCIO: ALLENIAMO UNA TECNICA FUNZIONALE

Lunedì 20 Giugno 2022

Via Caduti dei Lager Nazisti, 28021 - Borgomanero (Novara)
Ore 08:30

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN