Un blog al giorno

ALLENIAMOCI A CASA CON LA PALLA

Sfruttiamo le soste dall'attività per migliorare la sensibilità nel tocco e le nostre capacità di tecnica individuale. Un video con gli esercizi da fare anche a casa.

Nei precedenti post abbiamo già affrontato l’argomento. Una donna può essere superiore a un uomo? Fisicamente è molto difficile. Tecnicamente invece sì, è un aspetto nel quale tutti possiamo migliorare e diventare più forti. Sfruttiamo allora la pausa invernale per lavorare sulla tecnica, non mandiamola in vacanza. Qual è il presupposto o requisito coordinativo necessario per poter acquisire un bagaglio di abilità tecniche sempre più ricco e completo? Il primo fondamentale step è avere un buon dominio della palla. È la base per eseguire al meglio guida, finta, dribbling, ricezione, trasmissione e tiro. Vi propongo, attraverso il video di apertura, esempi di esercitazioni sul dominio utili a questo scopo. Eseguire costantemente serie di esercizi incentrati sulla sensibilità permette di migliorare notevolmente il rapporto piede palla. Non dimentichiamo che il gioco di squadra parte proprio dall’efficacia della giocata del singolo giocatore. Solo da lì si può procedere con il lavoro sui vari reparti e sul collettivo. Più tratto il pallone più mi alleno. Più parti del mio piede lo toccano, maggiore diventerà la mia padronanza nel controllo..

 

L’IMPORTANZA DELL’USO DELLA SUOLA

L’utilizzo della suola nel controllo, in particolare, consente di avere la palla sempre vicina, di velocizzare le giocate e acquisire precisione, rendendo il gioco più rapido ed efficace soprattutto negli spazi stretti. Come ci si allena? Aumentando progressivamente il tasso di difficoltà degli esercizi. La successione che vi propongo prevede il lavoro sul dominio in forma statica (sul posto, palla ferma o leggermente in movimento). Sono esercitazioni propedeutiche alle proposte del maestro della tecnica Ivan Zauli, autore del blog di Allfootball “La strada dei campioni” nel quale illustra il suo metodo. Nelle stagioni meno fredde consiglio di riproporre gli stessi esercizi senza scarpe e con palloni di diverso peso e misura, in modo da variare gli stimoli sensopercettivi. Non trascurate di utilizzare entrambi i piedi, con particolare insistenza su quello più debole

COSA ALLENIAMO DI FATTO?

In apparenza questi inusuali giochini potrebbero apparire banali oltre che semplici. In realtà non stiamo migliorando solo la sensibilità dei nostri piedi. Provate a pensare alle capacità coordinative che vengono naturalmente coinvolte: ritmo, equilibrio, differenziazione, reazione, fantasia. Un mix di abilità che nel calcio moderno servono per fare la differenza. Sono esercitazioni che possono essere sfruttate come attivazione pre allenamento (o partita) per i più piccini e come una parte di riscaldamento per i più grandi.  Sono ottime anche come recupero attivo nel corso della seduta fra una proposta e un’altra. Il grande vantaggio è che possono essere eseguite da soli, ovunque, anche in casa. Anche le mamme più apprensive possono stare serene: la palla, rimanendo sempre a contatto col terreno e protetta dal piede, non crea nessun pericolo per l’incolumità della casa! Il consiglio, tuttavia, è quello di non dedicare loro più di 5’ - 10’. Meglio un breve lasso di tempo a elevata intensità e avere grande concentrazione. Possono essere coinvolte tutte le fasce d’età, prima si comincia prima si possono raggiungere obiettivi più alti con maggior sicurezza e maestria.

 

CONSIGLI UTILI E CORREZIONI

Intensità: una volta imparata la corretta esecuzione del gesto cercate la rapidità di esecuzione a aumentate il numero di tocchi.

Le braccia: gli arti superiori aiutano trovare l’equilibrio.

Lo sguardo: tenete sotto controllo il pallone per mezzo della visione periferica, non abbassate la testa per guardarlo in continuazione.

La postura: tenete il baricentro basso, non inclinate troppo la schiena né in avanti né all’indietro.

Il piede: usate l’avampiede, ovvero la parte anteriore della suola, la zona più sensibile.

 

Qual è il trucco? Nessuno, alla base di tutto ci deve essere impegno e continuità nell’esercitarsi.

Leggi gli altri articoli a cura di Gaia Missaglia

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN