Un blog al giorno

HO PRESO UN “COLPO”: COSA FACCIO?

In alcuni casi, soprattutto quando si parla di traumi, è bene non avere dubbi ed esitazioni sull’atteggiamento da tenere.

Rodolfo Tavana, responsabile sanitario A.C. Milan, assieme ad Adriano Galliani.

Il calcio è uno sport di contatto e, in quanto tale, i traumi sono all’ordine del giorno, al pari dei problemi muscolari e articolari. In alcuni frangenti è possibile trattare il giocatore con ghiaccio e bendaggi, in altri è bene recarsi al pronto soccorso senza perdere tempo. Ecco alcuni semplici suggerimenti di cui tenere conto.

Traumi cranici: i colpi al capo, in presenza o meno di ferite, sono sempre da considerare con la massima attenzione. In alcuni casi, pensiamo al sopracciglio, possono verificarsi ferite profonde che sanguinano abbondantemente. In tal caso, qualora il calciatore sia lucido e orientato nello spazio e nel tempo, si procede con un bendaggio per tamponare la ferita e, al termine dell’incontro, lo si porta in ospedale per le cure. Nel caso in cui, invece, sembri poco lucido ci si reca immediatamente al pronto soccorso, mai esitare!

Traumi diretti al corpo: se il giocatore subisce un impatto che lo costringe a uscire dal campo, senza poter riprendere la gara, è bene recarsi al pronto soccorso soprattutto se vengono colpiti la schiena o l’addome.

Strappo muscolare: in questo caso si effettua un bendaggio compressivo, si applica ghiaccio (quello istantaneo o la classica borsa) e il giorno successivo ci si reca dal medico, meglio se dello sport.

Distorsioni articolari: ci si reca al pronto soccorso qualora si intenda verificare che non vi siano fratture ossee.  Altrimenti è preferibile applicare un bendaggio compressivo, evitare di caricare sull’arto e poi recarsi da uno specialista (traumatologo o medico dello sport).

Piccoli traumi: capita spesso, infine, di subire comunque tanti impatti nel corso di un incontro che non limitano la prestazione e permettono di disputare tutta la partita; così come di subire contusioni durante una partitella di allenamento.  Di conseguenza, si avvertono dolori o problemi ai tendini. La soluzione consiste nell’applicazione localizzata della classica borsa del ghiaccio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

CALCIO E PREVENZIONE: I TRAUMI ALLA SPALLA
CALCIO E PREVENZIONE: I TRAUMI ALLA SPALLA
CALCIO, LE LESIONI DI OSSA E CARTILAGINE
CALCIO, LE LESIONI DI OSSA E CARTILAGINE
Infortuni: conosciamo meglio il nostro avversario
Infortuni: conosciamo meglio il nostro avversario
CALCIO: LA DISTORSIONE DEL GINOCCHIO
CALCIO: LA DISTORSIONE DEL GINOCCHIO

ABITUIAMO I GIOCATORI A TROVARE LE SOLUZIONI

Venerdì 27 Dicembre 2019

Sport City Galliate - Vicinale G. Leopardi, 14 - 28066 Galliate (NO)
Ore 08:30

STAGE DI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PER CALCIATORI

Venerdì 27 Dicembre 2019

Palauno - Largo Balestra 520146, Milano (MI)
Ore 08:45

CORSO DI ALLENATORE DELLA TECNICA E DELLA TATTICA INDIVIDUALE

Sabato 28 Dicembre 2019

Palauno - Largo Balestra 520146, Milano (MI)
Ore 09:00

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN