Un blog al giorno

CALCIO E RISCALDAMENTO: SUBITO I PRINCIPI DI GIOCO

Nella fase di messa in moto introduciamo i temi centrali e gli obiettivi della seduta, le situazioni di gioco che i calciatori dovranno affrontare in partita.

Fin dalla messa in moto l’obiettivo è quello di costruire un giocatore intelligente e autonomo, capace di gestire tutte le diverse situazioni che si possono presentare in gara. Fin dall’inizio della seduta si possono proporre concetti che accomunino sia la fase difensiva sia quella offensiva attraverso un lavoro mirato. Dobbiamo fornire indicazioni riferite a situazioni reali che si possono verificare in partita in modo che i giocatori siano in grado di riconoscerle e sappiano mettere in atto rapidamente gli adeguati comportamenti. In ogni riscaldamento con la palla il calciatore deve poter affrontare e saper interpretare una situazione reale di gioco leggendone sia i particolari sia lo sviluppo complessivo, in modo da abituarsi a reagire positivamente alla complessità del gioco stesso. Ogni messa in moto deve presentare un “tema” calato nel contesto tecnico tattico che i giocatori si troveranno poi a sviluppare durante la seduta stessa. Certo questo non vuol dire che il calciatore, nella messa in moto, troverà immediatamente le soluzioni per il suo miglioramento, ma che avrà sicuramente a disposizione strumenti per affrontare il meglio possibile ogni frangente di gioco. Come di consueto vi propongo, allora, un’esercitazione adatta e utile a questo scopo

 

RICEZIONE E TRASMISSIONE SEMPLICE E VARIANTI

In un quadrato di dimensioni adeguate al numero dei giocatori coinvolti si schierano due squadre e si chiede a tutti di stare in movimento occupando razionalmente gli spazi. Si inizia con dei passaggi in sequenza (nell’esempio in figura bianco – blu – bianco e così via) e poi si forniscono le seguenti regole in progressione: a) chi riceve alza la palla, stop nello spazio e passaggio in sequenza; b) effettuo il passaggio e attacco passivamente il possessore, chi riceve effettua un dribbling e continua allo stesso modo; c) effettuo il passaggio e attacco passivamente il possessore, chi riceve effettua un triangolo con un compagno e passa in sequenza attaccando); d) effettuo il passaggio al compagno che si è mosso velocemente attaccando uno spazio libero; e) effettuo il passaggio al compagno che, cambiando ritmo, è uscito da un lato del quadrato, questi riceve e guida per rientrare e ricominciare la sequenza; f) effettuo il passaggio in sequenza e a un segnale prestabilito si attacca il possessore con tutti gli altri compagni che vanno a pressare gli avversari i quali inizieranno un possesso palla. Riconquistata palla si ricomincia con passaggio in sequenza e attacco.  Dopo un tempo prestabilito si cambia il colore di chi fa il primo appoggio (se le squadre sono due), se invece le squadre sono tre si può giocare senza soluzione di continuità facendo possesso palla due colori contro uno.

 

Guarda gli altri post e le esercitazioni a cura di Angelo Pereni

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE

MIGLIORIAMO TECNICA E COORDINAZIONE

Mercoledì 2 Gennaio 2019

Viale Giuseppe Verdi, 80032 Casamarciano NA
Ore 08:45

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SCARICA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN