Un blog al giorno

CALCIO: I TEST QUALITATIVI PER I PICCOLI

Come realizzare ed eseguire delle prove coordinative che forniscano una misurazione a livello qualitativo del livello motorio dei piccoli calciatori.

I test di valutazione quantitativa (leggi l'apposito post con la relativa prova pratica) ci permettono di ricavare dati sulla prestazione motoria dei piccoli calciatori. In questo post parliamo, invece, dei test di valutazione qualitativa che forniscono informazioni utili sulla qualità esecutiva di differenti compiti motori. È analisi sicuramente molto utile poiché una delle caratteristiche principali della coordinazione è la fluidità, l'armonia e l'economicità dei movimenti. Nel corso delle mie esperienze di lavoro è capitato di dover dare una valutazione su alcuni giovani calciatori, il poter riprendere e successivamente analizzare differenti prove riferite a percorsi motori con elementi coordinativi combinati, mi ha permesso di dare una dettagliata ed esaustiva valutazione relativa alla sfera della motricità.

 

COME COSTRUIRE E REALIZZARE IL TEST

Ipotizzando di dover realizzare un test valutativo il tecnico o preparatore fisico può realizzare due – tre percorsi che prevedano differenti elementi a carattere coordinativo e motorio: skip, balzi, rotolamenti, capovolte eccetera così da avere un quadro generale sulla qualità esecutiva dei gesti che ci interessano. Assegnare a ogni calciatore tre prove per ogni percorso. Il tecnico inoltre può anche realizzare una scala o griglia di valutazione in base al livello di tecnica esecutiva richiesta dai vari elementi. Se vogliamo rendere la prova ancora più specifica possiamo aggiungere la palla combinando i gesti motori con quelli tecnici come ad esempio un palleggio in appoggio monopodalico o una guida in un corridoio delimitato da cinesini.

 

UN ESEMPIO PRATICO

SVOLGIMENTO DEI PERCORSI PROPOSTI

  • A – si esegue uno skip nella scaletta (o speed ladder) facendo metà singolo appoggio basso e metà doppio appoggio basso poi striscia sotto l’ostacolo alto ed esegue una capovolta in avanti e una indietro.

  • B – si eseguono dei balzi monopodalici con spostamento laterale, una capovolta in avanti sul tappetino, un rotolamento sotto l’elastico e un passaggio sotto l’ostacolo alto.

  • C – si esegue una capovolta sul tappetino, un passaggio sopra le meduse senza toccare terra, si striscia sotto l’ostacolo alto e poi si effettuano dei balzi a piedi pari in avanzamento.

Ogni giocatore esegue il percorso tre volte, consigliamo l'utilizzo di una video camera per poter rivedere e analizzare nel dettaglio le prove

 

CAPACITÀ INDAGATE

  • Scaletta (skip): capacità di ritmizzazione e differenziazione motoria.

  • Ostacolo alto / elastico: valutazione schemi motori di base (strisciare e rotolare).

  • Tappetino: valutazione di rotolamenti e capovolte e la capacità di equilibrio dinamico.

  • Cerchi: schema motorio del saltare e dell’equilibrio di volo.

  • Meduse propriocettive: capacità di equilibrio dinamico. 

Leggi gli altri post e guarda gli esercizi a cura di Enrico Mordillo realizzati con i suggerimenti de professionisti della preparazione motoria

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN