Un blog al giorno

CALCIO: LA VALUTAZIONE POSTURALE

Controllare l’equilibrio biomeccanico del calciatore può essere utile per migliorare la sua performance e prevenirne gli infortuni?

Innanzitutto, che cosa si intende con il termine postura? Nel forum nonsolofitness.it ho trovato diverse definizioni. Alcune di queste descrivono la postura come:

  • la capacità del nostro corpo di assumere e cambiare posizione nell'ambiente di vita;
  • l'assetto tridimensionale spaziale dei vari piani e segmenti del corpo somatico;
  • la posizione che il corpo assume per controbilanciare la forza di gravità in una situazione di riposo o in movimento;
  • la posizione che il corpo assume nella vita di relazione ed è corretta quando le varie parti del corpo si dispongono in maniera fisiologica;
  • la scienza del corretto allineamento e della corretta gestione motoria del corpo umano in rapporto alla forza di gravità;
  • la sinergia con cui le varie parti del corpo nella loro interezza psicofisica concorrono all'attuazione di qualsiasi gesto.

In breve, la si può considerare come l’insieme di tutti i sistemi meccanici del corpo umano.  Al biomeccanico non possono non interessare dunque gli aspetti posturali. Ma un’errata postura può influenzare la performance? O peggio contribuire all’insorgere di un infortunio? L'uomo si distingue da tutti gli altri mammiferi per via della sua posizione eretta. L'ortostasi, caratteristica principale dell'essere umano, è garantita da un fine controllo di tutto il corpo che ne rende possibile anche il suo mantenimento nelle svariate condizioni ambientali.

 

FATTORI DETERMINANTI LA POSTURA

Decisivi per il nostro equilibrio sono i sistemi: vestibolare e uditivo, visivo e oculomotorio, stomatognatico, podalico e tutta la propriocezione del corpo. Questi possono, nel loro funzionamento, creare disturbi più o meno manifesti, che con lo studio della postura possono essere messi alla luce e quindi passibili di adeguato trattamento. Recandovi da un posturologo e ortopedico con un problema posturale o biomeccanico, vi verrà fatto eseguire un esame baropodometrico e stabilometrico - posturale, sia statico sia dinamico (vi chiederanno di camminare o correre). Abbiamo constatato che molti appoggiano, sia durante la normale deambulazione sia durante la corsa, sulla parte esterna o interna del piede con carico maggiore sulle strutture muscolo-tendinee laterali. Tutto ciò dove porta? A un continuo ed eccessivo lavoro dei muscoli tibiali-anteriori della gamba, con conseguente infiammazione e dolore. Inoltre, si sono notati shift astragalici interni o esterni con gravi alterazioni dell’equilibrio: arti inferiori spesso non della stessa lunghezza con importanti alterazioni di posizionamento del bacino. Atteggiamenti scoliotici con alterazioni degli angoli della taglia, spalle ad altezze diseguali e chiaramente diseguali lunghezze delle catene muscolari con differenti capacità a carico delle stesse strutture di attivarsi e sviluppare movimento e forza.

 

SIAMO PENDOLI ROVESCIATI

L’uomo è un pendolo rovesciato perché le catene muscolari che ci tengono in piedi, le cosiddette catene antigravitarie, sono le prime ad affaticarsi innaturalmente e a soffrire di disequilibrio posturale. Visto che usiamo le stesse catene per il movimento immaginatevi l’influenza che possono avere sulla performance o che rischio di infortunio corriamo. Quindi, lo studio della postura e la sua ottimizzazione può dare nella vita di un calciatore innanzi tutto un aumento delle performance ma anche un aiuto nella prevenzione degli infortuni perché uno schema non fisiologico oltre che essere dispendioso non è confortevole.  Sembrerebbe che già da sole la ragionevolezza e la semplice logica dovrebbero bastare a evidenziare l’esigenza di una valutazione posturale. Purtroppo non è così perché alcuni in modo quasi religioso affermano che sulla postura non vi sia sufficiente letteratura. Ma è scientificamente validata? Non voglio riempire pagine e pagine di pubblicazioni, da quelle meno impattanti a quelle più impattanti. Consiglio a chi ha questo dubbio di usare internet e di cercare “pubmed” o di inserire in un qualsiasi motore di ricerca la frase chiave “body posture” oppure semplicemente “posture”. Nel nostro prossimo appuntamento vi mostrerò come effettuare un test posturale.

Leggi gli altri post a cura di Mauro Testa

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Quali strumenti per il preparatore?
Quali strumenti per il preparatore?
CALCIO E SCOUTING, LE QUALITÀ TATTICHE
CALCIO E SCOUTING, LE QUALITÀ TATTICHE
CALCIO: VALUTIAMO LE CAPACITÀ MOTORIE
CALCIO: VALUTIAMO LE CAPACITÀ MOTORIE
CALCIO: L'ALLENATORE IDEALE PER LA TUA SQUADRA
CALCIO: L'ALLENATORE IDEALE PER LA TUA SQUADRA

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN