Un blog al giorno

CALCIO E SCOUTING: RICONOSCIAMO IL TALENTO

Gli aspetti tecnici da osservare in un calciatore e le loro correlazioni con le altre aree di osservazione.

Nel precedente post abbiamo visto quali dettagli dell’area fisica vanno individuati e segnalati nella relazione che lo scout deve redigere al termine del suo lavoro di osservazione. Ora ci soffermiamo sulle qualità importanti dal punto di vista tecnico e sulle voci di cui tenere conto.

 

AREA TECNICA, VOCI PRINCIPALI

  • Controllo palla
  • Dribbling
  • Gioco aereo
  • Modo di calciare
  • Uso piede destro
  • Uso piede sinistro

Delle quattro aree da valutare, quella fisica e quella tecnica sono le principali e  più immediate da recepire. Alcuni osservatori sono attratti dalla prima e tanti si fanno coinvolgere dalla seconda, tenendole, nel giudizio finale, distinte. Un bravo osservatore non deve fare questo errore: ogni area è collegata alle altre ed è importante, in base alla mia esperienza, che quanto si nota di positivo in un aspetto venga confermato nelle relazioni che ha con gli altri.

 

IL CONTROLLO PALLA

Tra le capacità di nostro interesse il controllo di palla è in assoluto il gesto tecnico principe. Tutti i calciatori devono padroneggiarlo, senza distinzione di ruolo. Va distinto se eseguito su disimpegni con palla a terra, palla alta o a mezza altezza, con tutti e due i piedi o con le altre superfici del corpo. Importantissimo, nel calcio moderno, è il controllo orientato che va esaminato nelle diverse situazioni di gioco in cui il calciatore è in grado di eseguirlo. L’interazione con l’area fisica è intuitiva: il giocatore bravo nel controllo di palla deve anche saperlo effettuare sotto pressione avversaria, da fermo piuttosto che in velocità, in conduzione lenta ma anche veloce. Se c’è qualità tecnica ma carenza fisica, o viceversa, va segnalato.

 

LA CORRELAZIONE FRA FISICO E TECNICA

Un calciatore che ha forza e velocità e le abbina a qualità tecniche importanti deve essere oggetto di una relazione molto positiva. A seconda poi delle diverse fasce d’età, si riconoscerà un peso diverso a una o più qualità, considerando le possibili correlazioni. Se dobbiamo valutare un giocatore professionista, sia giovane sia adulto, dobbiamo assolutamente riscontrare positività in più voci possibili delle quattro aree. Considerazioni favorevoli in una o due difficilmente lo inquadrano come un “attore” da palcoscenici di prima fascia. Se invece osserviamo calciatori di settore giovanile, pur rimanendo valida la regola generale, dobbiamo tenere conto dei possibili miglioramenti. Se ci troviamo di fronte a un giovane con spiccate attitudini in una sola area, non è detto che possa maturare e crescere nelle altre, quindi andrà seguito. Tuttavia escludo con ragionevole certezza che, tranne casi eccezionali, un giocatore possa avere delle prospettive se non si individuano particolari doti nell'area fisica o in quella tecnica.

Leggi gli altri post a cura di Riccardo Guffanti

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN