Un blog al giorno

CALCIO: COME CALCOLARE LA VELOCITÀ COGNITIVA

Un semplice test da campo per misurare quanto siamo veloci e rapidi nell'interpretare, valutare e rispondere a stimoli esterni.

La velocità cognitiva è la capacità di elaborare e di prendere decisioni (motorie) nel più breve tempo possibile. In uno sport di situazione come il nostro, risulta fondamentale perché permette di soddisfare la richiesta del “guadagnare tempo”, un pilastro del calcio moderno. Prima di arrivare a prendere una decisione un calciatore svolge (inconsciamente) due processi principali: percettivi e motori.

 

PROCESSI PERCETTIVI (si dividono in due stadi)

  1. Avvio di procedimenti sensoriali (l’80% sono stimoli visivi) legati allo stimolo in entrata.
  2. Identificazione ed elaborazione di uno o più stimoli.

PROCESSI MOTORI (si dividono in tre stadi)

  1. Scelta della risposta da mettere in atto.
  2. Caricamento e perfezionamento del programma motorio di risposta.
  3. Esecuzione della risposta.

Nel calciatore è determinante migliorare la velocità nei tre stadi che preparano alla definizione della risposta e che avvengono a livello del sistema nervoso centrale. L’esperienza gioca un ruolo importante perché più un calciatore ne possiede, maggiore sarà il repertorio di risposte alle quali potrà attingere. Ci sono però altri fattori soggettivi (come lo stress) che influiscono fortemente sulla velocità cognitiva di un giocatore. Come possiamo, allora, riuscire a valutare, nel singolo, questa capacità? Abbiamo messo a punto per voi un test semplice che ci può dare delle indicazioni di massima e quantificarla.

 

CALCIA NELLA PORTICINA

Per il test sono necessarie tre porticine o tre ostacoli alti, sei palloni, sei cinesini, un cono di partenza e un cronometro (vedi video di apertura). Il preparatore (o l’allenatore) si posiziona davanti al calciatore mostrando uno dei tre cinesini di colore diverso che ha in mano. Chi esegue il test deve girare attorno a un birillo o conetto posto di fronte al tecnico, guardare il colore esposto, girarsi e andare a calciare uno dei sei palloni a sua disposizione all’interno della porticina corrispondente al colore esibito. Le porticine vengono disposte sul lato opposto rispetto a quello dell’istruttore. Il giocatore torna poi al birillo di partenza e continua a ripetizione fino a esaurimento dei palloni.

 

COME SI VALUTA

I parametri da valutare sono:

  1. il tempo totale, ossia il tempo che ha impiegato il calciatore per percepire il colore, girarsi, decidere in quale porticina calciare la palla (entra quindi in gioco anche la “memoria visiva”) e calciare.
  2. l’accuratezza, ossia il numero di risposte corrette rispetto alle sei disponibili (anche se questo risultato non è strettamente correlato alla velocità di reazione).

Un dato abbastanza significativo può essere ricavato se facciamo eseguire un secondo test senza la parte decisionale; la differenza dei due tempi ottenuti è un ottimo indicatore della velocità cognitiva del calciatore.

Si ringraziano per la collaborazione Gioele Salvadori, Michele Romolini e Federico Di Dio.

 

Guarda tutti gli altri test di autovalutazione di Allfootball

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN