Un blog al giorno

CALCIO: LA CORRETTA OCCUPAZIONE DELLO SPAZIO

Max Canzi commenta le risposte dei lettori alla domanda proposta da Allfootball in collaborazione con Grandi Allenatori. Indicazioni e consigli pratici.

La domanda che riguarda l’insegnamento della corretta occupazione dello spazio ha suscitato fra i lettori, come era intuibile, un confronto interessato e partecipe. Abbiamo girato i commenti postati a Max Canzi, allenatore della Primavera del Cagliari: «L’argomento è molto vasto e si presta ad approfondimenti e digressioni. Questo è evidente anche dai commenti dei lettori, appassionati e, devo dire, molto competenti. Potrebbe volerci un libro intero, come scrive Bernardino Filardi. Non potendo dilungarmi troppo, vi lascio la mia opinione, espressa molto sinteticamente. Con i più giovani, parlo di Primi Calci, Pulcini sino agli Esordienti, è ragionevole lavorare, come dice correttamente Michele Pappalardo, proponendo movimenti per occupare lo spazio con riferimenti precisi in forma diciamo… “statica”. Successivamente si propongono esercitazioni in situazione nelle quali il carico cognitivo diventa più importante: il giocatore deve imparare a riconoscere lo spazio, trovando lui i riferimenti, e a muoversi di conseguenza. In generale, quali esercitazioni adottare? Emanuele Tedoldi fa un ottimo intervento, forse addirittura un tantino troppo rigoroso. Bene i giochi di posizione, come sostiene Luca Bellini, ma anche, perché no, delle semplici partitine a ranghi ridotti. Il sovrannumero, in generale, è un ottimo strumento, aiuta lo smarcamento e quindi l’occupazione dello spazio libero, come dice Vittorio Cornacchia

 

È FONDAMENTALE SAPER CORREGGERE

«La cosa che è e rimane essenziale, comunque, è la correzione dell’allenatore. Le giuste indicazioni di Agostino Alessandro Tolomeo e l’ottima esercitazione di Francesco Lima hanno assolutamente ragione d’essere; poi dobbiamo essere bravi noi a far capire ai calciatori se e quando sbagliano, il perché e come possono migliorare.  È tutta lì la differenza: il tecnico durante le esercitazioni deve capire dove e quando viene commesso l’errore e fornire le opportune indicazioni ai suoi giocatori.  Stessa cosa vale per la partitina finale, nella quale le correzioni vengono rinforzate proprio perché messe in pratica in situazione vera e propria. Fermate il gioco e spiegate chi è fuori posizione e perché lo spazio non è stato bene occupato. Preferite non interrompere il gioco? Oggi, con una spesa minima, si possono acquistare delle action cam che riprendono anche una metà campo intera. Cronometro in mano, vi segnate su un taccuino i minuti che vi interessano, poi riprendete il filmato, tagliate le parti da rivedere e le mostrate ai vostri giocatori. Ripeto: le correzioni fanno la differenza, altrimenti gli esercizi diventano una mera esibizione di conoscenze.»

 

Leggi gli altri post con il commento dei nostri esperti alle considerazioni dei lettori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO

IMPARA A VALORIZZARE LE TUE DOTI DI CALCIATORE

Domenica 30 Giugno 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 15:00

CALCIO: ALLENIAMO I GIOCATORI A TROVARE SOLUZIONI

Sabato 6 Luglio 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 09:00

TECNICA, TEMPO E SPAZIO

Lunedì 8 Luglio 2019

Viale Stadio 23100 Sondrio (Campo Coni)
Ore 08:30

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN