Un blog al giorno

BORUSSIA JUVENTUS: TUTTO IN UNA NOTTE

Alle sfuriate degli uomini di Klopp, Allegri dovrà opporre un atteggiamento prudente ma non remissivo, pronto a sfruttare le incertezze della retroguardia tedesca.

L'articolo è realizzato in collaborazione con la piattaforma Wyscout.

Match da dentro fuori, importantissimo, al Westfalen Stadion domani sera. Per il Borussia Dortmund, dopo un anno di tormenti in campionato, ecco un’ancora di salvezza in attesa di tempi migliori. Per la Juve il coronamento di una rincorsa durata anni. Entrambe le squadre giocano per un risultato che va oltre quello del campo, i tedeschi per rinverdire i fasti del recente passato, i bianconeri per il ritorno nel calcio che conta. 

Foto 1: La difesa a tre e centrocampo a cinque della Juventus contro il Palermo

Allegri sta valutando l’ipotesi di ripresentare, grazie al pieno recupero di Barzagli, l’1-3-5-2 (foto 1). Una scelta tattica che permette al mister bianconero di proteggere al meglio la porta e il regista davanti alla difesa. Chi giocherà in quel ruolo? Pirlo, infortunatosi nella gara di andata, non sarà della partita. La formazione, quindi, appare scontata: Lichtsteiner ed Evra sulle fasce, Marchisio in regia con Vidal e Pogba ai fianchi, Morata e Tevez coppia d’attacco. 

Foto 2: La Juventus col consueto 1 4 3 1 2 schierato contro il Sassuolo

Dovesse invece optare per l’1-4-3-1-2, non giocherà un difensore centrale (Barzagli?) e dentro Pereyra come trequartista (foto 2). Ultimamente l’1-3-5-2 in campionato è stato proposto solo in tre partite, nel corso delle quali la porta della Juve è rimasta inviolata. Se in Germania non subirà gol, l’ingresso nell’élite del calcio sarà cosa certa.

 

ATTESA E TRANSIZIONI

Penso sia presuntuoso pensare che la squadra bianconera possa “fare” la partita per tutto l’arco dei novanta minuti. Sicuramente non si limiterà a difendere il vantaggio, si opporrà agli avversari con transizioni veloci, senza farsi intimorire. Sarà importante tramutare con precisione ogni palla conquistata in fase difensiva in una lancia che colpisca al cuore l’incerta difesa avversaria. Il Borussia, anche a Torino, ha dimostrato la sua inadeguatezza nel gestire spazi ampi e alte velocità di gioco. 

Foto 3: La Juventus ancora con la difesa a tre ma col baricentro abbassato

La difesa a tre che diventano quattro o cinque presidia meglio la zona centrale e assorbe con più efficacia i tagli degli esterni, ma costringe i bianconeri ad abbassarsi (foto 3) maggiormente. Concede quindi più libertà d’azione e d’impostazione ai centrocampisti e agli esterni bassi, ma rende difficile pressare alto e questo servirebbe per gestire al meglio l’inferiorità numerica a centrocampo.

 

UOMINI DA CHAMPIONS

Il Dortmund, invece, è reduce da due partite in campionato dove non è mai riuscito a centrare la porta avversaria, ma questo non è un segnale da tenere in considerazione. La squadra giallonera in Champions si trasforma e sa tirar fuori energie insperate sul piano della corsa, della determinazione, della concentrazione e dell’intensità della manovra.

Foto 4: I cinque di centrocampo del Borussia con Kampl in posizione di trequartista

Il Borussia è sempre stato fedele al suo modulo che lo ha portato, in passato, assai in alto. Un 1-4-2-3-1 (foto 4) con un reparto offensivo composto da giocatori con ottime qualità tecniche e caratteriali. Dovrebbero recuperare lo sloveno Kampl, buon trequartista, e Aubameyang, alle prese con problemi alla schiena. Sicuramente Klopp non cambierà modulo perché potrà contare sull’eventuale apporto di Immobile, col francese di passaporto gabonese dirottato sull'esterno.

I tedeschi imposteranno una partita “alla garibaldina”, fatta di assalti continui basati sulla grande corsa dei loro attaccanti. Si muoveranno negli spazi, tagliando e attaccando la profondità per mettere sotto pressione la retroguardia juventina, senza dare punti di riferimento (foto 5). Proveranno gli inserimenti da dietro dei centrocampisti e cercheranno il tiro da fuori se la squadra bianconera si abbasserà troppo. Proporranno inoltre continue sovrapposizioni in fascia degli esterni alti se non troveranno varchi per vie centrali

Foto 5: Una soluzione offensiva dei tedeschi, il taglio di Reus e l'incrocio di Aubameyang su palla scoperta

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

WYSCOUT FORUM, LA QUINDICESIMA EDIZIONE
WYSCOUT FORUM, LA QUINDICESIMA EDIZIONE
JUVENTUS INTER, I TEMI SALIENTI
JUVENTUS INTER, I TEMI SALIENTI
PRESSING GUARDIOLA, ORGOGLIO ALLEGRI
PRESSING GUARDIOLA, ORGOGLIO ALLEGRI
LA GUERRA TATTICA FRA ALLEGRI E SARRI
LA GUERRA TATTICA FRA ALLEGRI E SARRI

CALCIO: ALLENIAMO UNA TECNICA FUNZIONALE

Lunedì 20 Giugno 2022

Via Caduti dei Lager Nazisti, 28021 - Borgomanero (Novara)
Ore 08:30

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN