Un blog al giorno

CALCIO: LE STRATEGIE SU PALLA INATTIVA

I criteri per essere efficaci su corner e calci da fermo. I tempi e i principi per attaccare con buone probabilità di successo.

L'articolo è stato realizzato in collaborazione con la piattaforma Wyscout

Allenatori e addetti ai lavori convengono tutti che la qualità del gioco di una squadra e il suo successo siano determinati dalla cura dei particolari. Particolari che riguardano non solo il gioco attivo ma, anche, l’attenzione alle palle inattive sia offensive sia difensive. Le componenti essenziali per essere efficaci in questo contesto sono:

  • una buona organizzazione di squadra;
  • lo sfruttamento del fattore sorpresa e l’attuazione di scelte alternative in corso d’opera;
  • la qualità morale e individuale dei giocatori;
  • l’analisi dei punti deboli degli avversari;
  • la concentrazione e la convinzione nell’applicazione in partita di quanto strutturato nell’allenamento.

L’ideale sarebbe che l’azione di palla inattiva indiretta prenda il via da un segnale codificato in modo che tutti i giocatori si muovano in modo coordinato per integrare la propria azione a quella dei compagni. Nel calcio iper tattico di oggi sono determinanti gli spazi, i tempi, i ritmi e i modi in cui ci si muove. Nel preparare le palle inattive è importante che l’allenatore conosca e sfrutti al meglio le caratteristiche dei giocatori a sua disposizione: chi deve calciare e chi dovrà ricevere. L’abilità di chi calcia è fondamentale perché tutti i movimenti sono inutili se il pallone non arriva nella zona prestabilita. Per chi dovrà ricevere è importante che le soluzioni studiate siano ottimizzate dai movimenti dei compagni. Occorre decidere quanti giocatori dovranno agire, quali ruoli dovranno assumere, quali comportamenti dovranno tenere per rendere efficace l’esecuzione dell’azione. Non si possono, poi, dimenticare gli avversari e quale difesa attuano (uomo, zona o mista), come si dispongono, le loro caratteristiche ed eventuali punti deboli, ricordandoci che bisogna essere preparati alle possibili contromosse: l’elasticità è fondamentale. Le palle inattive sono, in pratica, una partita a scacchi da giocare con se stessi.

 

I TEMPI

Se non ci sono particolari segnali concordati i tempi di riferimento per chi attacca sono:

  • il battitore è fermo, la squadra si dispone in funzione delle posizioni di partenza previste (foto 1 e 4)
  • quando chi calcia è sul punto di impattare il pallone parte il movimento collettivo come previsto e preordinato (foto 2 e 5)

Nel prossimo post parleremo dei blocchi contro le difese a zona e a uomo con spiegazione ed esercitazioni per allenarli.

Foto 1 Inter Sampdoria: l’Inter si schiera in verticale, la Sampdoria marca a uomo con due uomini a zona a presidiare il primo palo.

Foto 2 Inter Sampdoria: al momento della battuta inizia il movimento collettivo nerazzurro, due giocatori all’interno attaccano il primo palo, due esterni attaccano il centro mentre D’Ambrosio si gira e sfilando dietro un compagno va a cercare la posizione sul secondo.

Foto 3 Inter Sampdoria: il calcio d’angolo è stato battuto, i difensori della Samp vengono attratti dal movimento collettivo “a entrare” di cinque giocatori e D’Ambrosio si ritrova solo sul secondo palo.

Foto 4 Inter Sampdoria: il pallone deviato finisce proprio dove si trova l’esterno basso interista che da due passi infilerà in rete.

Foto 5 Milan Lazio: sei giocatori della Lazio, anch’essi schierati in verticale si posizionano, l’incaricato della battuta attende che siano correttamente disposti, nel cerchio Parolo. Il Milan come suo consueto marca a uomo.

Foto 6 Milan Lazio: un attimo prima che il pallone venga calciato i biancazzurri partono ognuno nella direzione che gli compete nello schema, Parolo esegue una finta e “gira” attorno al suo marcatore.

Foto 7 Milan Lazio: il pallone finisce nel cuore dell’area di rigore milanista, la mezz’ala capitolina stacca con grande tempismo e sfruttando anche il blocco di un compagno infila Donnarumma.

Leggi gli altri articoli sulle palle inattive a cura di Angelo Pereni - Clicca e scopri il prossimo evento con Angelo Pereni

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO

IMPARA LA TECNICA DAI PROFESSIONISTI

Lunedì 10 Giugno 2019

Viale dello Sport, 00037 Segni (Roma)
Ore 09:00

IMPARIAMO A DOMINARE IL PALLONE

Lunedì 10 Giugno 2019

Campo Comunale di Casamarciano - Viale Giuseppe Verdi (Rione Gescal) - Nola
Ore 08:45

LA STRADA SCENDE IN CAMPO

Lunedì 17 Giugno 2019

STADIO OLMO FERRO - LOCALITÀ NATTA - CELLE LIGURE
Ore 08:30

IMPARIAMO UNA TECNICA FUNZIONALE

Lunedì 24 Giugno 2019

Via Tommaso Traetta 70 (Infernetto) 00124 Roma
Ore 08:30

IMPARA A VALORIZZARE LE TUE DOTI DI CALCIATORE

Domenica 30 Giugno 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 15:00

CALCIO: ALLENIAMO I GIOCATORI A TROVARE SOLUZIONI

Sabato 6 Luglio 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 09:00

TECNICA, TEMPO E SPAZIO

Lunedì 8 Luglio 2019

Viale Stadio 23100 Sondrio (Campo Coni)
Ore 08:30

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN