Un blog al giorno

CALCIO: FINTA E TIRO PER FARE GOL

Alleniamo i movimenti d’inganno per sbilanciare il difensore al limite dell’area di rigore e andare alla conclusione. Video e consigli di Ivan Zauli.

Nel precedente post ci siamo soffermati su alcuni esercizi utili per attrarre il difensore fuori dall’area di rigore e successivamente eseguire dei movimenti d’inganno per guadagnare il fondo e andare al cross. Nel video di apertura vi mostro, questa volta, delle proposte pensate per chi, partendo dall’esterno e fronte alla porta, vuole puntare l’area di rigore, sbilanciare l’avversario e concludere a rete. Il riferimento, per comodità, è un cinesino posto all’altezza del vertice dell’area, l’obiettivo dell’attaccante è quello di far muovere il difensore (che presumibilmente uscirà per proteggere la porta) e far sì che scopra il suo lato forte. Come noterete l’esercitazione prevede che vengano effettuati più movimenti d’inganno. Se, infatti, nell’uno contro uno frontale e centrale per andare alla conclusione può essere sufficiente una sola finta, puntando dall’esterno verso l’interno ne servono quasi sempre di più, difficilmente, altrimenti, il difensore verrà sbilanciato a sufficienza da concedere la possibilità del tiro a rete.

 

CONSIGLI E INDICAZIONI

Le proposte possono essere eseguite da tutti i giocatori a vostra disposizione (ne traggono beneficio capacità tecniche, motorie e coordinative), sono però pensate in particolare per gli esterni (in particolare quelli che giocano a piede invertito oppure abili sia di destro che di sinistro) e per gli interni di centrocampo che tendono ad allargarsi per poi puntare l’area. Il mio consiglio è di proporre almeno quindici o venti minuti a settimana di lavoro specifico, soprattutto per i giocatori di ruolo e a partire dai tredici anni in su. È fondamentale che i giovani, tramite l’esperienza sul campo in settimana, riconoscano in partita le stesse situazioni di gioco vissute in allenamento e le sappiano così risolvere.

 

Scopri il prossimo appuntamento con Ivan Zauli

 

PROGRESSIONE DI LAVORO

L’esercizio, ovviamente, prevede che in precedenza siano state affinate, scomposte, le singole gestualità. La progressione ideale prevede l’esecuzione dei gesti:

  • da fermo;
  • in movimento;
  • in movimento con avversario passivo.

 Leggi gli altri post e guarda i video esercizi di Ivan Zauli

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO

IMPARA A VALORIZZARE LE TUE DOTI DI CALCIATORE

Domenica 30 Giugno 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 15:00

CALCIO: ALLENIAMO I GIOCATORI A TROVARE SOLUZIONI

Sabato 6 Luglio 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 09:00

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN