Un blog al giorno

Riscaldiamo il corpo e… la mente

La messa in azione è un momento fondamentale, sul piano fisiologico, per prevenire inutili infortuni e accompagnare il giocatore nel clima partita anche dal punto di vista dell’attenzione e della concentrazione.

Un buon riscaldamento è fondamentale, anche se spesso è poco considerato. Permette, infatti, un ottimo inizio della seduta di allenamento o della partita, a patto di unire coerentemente l’aspetto fisiologico a quello mentale. Questi sono i due aspetti di cui tener conto per far sì che il giocatore sia pronto a gestire qualunque impegno. In tal modo, preparo i muscoli ad affrontare lo sforzo e aiuto il giocatore a entrare in sintonia con il compito che lo attende (partita o allenamento), sia come singolo sia come gruppo. Una delle cose peggiori che vedo fare è correre attorno al campo, mentre è sensato sfruttare lo spazio al suo interno e le linee che rappresentano precisi punti di riferimento per i diversi ruoli: quindi utilizziamo linee, direttrici e diagonali che i giocatori sono abituati a eseguire in partita, utilizzando distanze attorno ai venti, trenta metri. Un riscaldamento “tattico” che riflette i tempi e gli spazi in cui poi i giocatori dovranno muoversi, secondo il ruolo, in partita.

 

Procediamo per gradi

Presto poi attenzione al corretto incremento dell’intensità, che si traduce anche in una crescente partecipazione dei calciatori. È poi fondamentale che svolgano bene gli esercizi per essere pronti evitando inutili rischi d’infortunio, ma anche per coinvolgerli e farli entrare nel clima partita. È anche importante che abbiano un ritmo di coppia se lavorano in due, di gruppo se sono in 4-6 o di squadra se sono coinvolti tutti. Semplifichiamo il concetto: “Siamo come una band e se uno stona addio prestazione” e quindi se i musicisti si dedicano al sound check noi prestiamo la giusta attenzione al riscaldamento.

Il riscaldamento ha dei ritmi e delle priorità, e questo deve essere trasmesso da chi lo guida. Si deve essere in sintonia con i calciatori che non devono mai svolgerlo passivamente, essendo sempre coinvolti anche sul piano mentale. E questo dipende sia dalla qualità delle proposte sia dalla nostra partecipazione.

Ivan Carminati e Xherdan Shaqiri

Un momento difficile

Il riscaldamento più complesso è quello del giorno dopo. Lavorare con i giocatori che non hanno giocato è difficile perché sono scontenti, ma devono allenarsi e farlo bene. Quindi il mio obiettivo, in questo caso, è di riportarli nel giusto clima di allenamento sul piano fisico e, ancor più, su quello mentale per ottenere la loro attenzione.

La strada maestra, sia per i bambini sia per gli adulti, sono i giochi perché consentono di fargli svolgere un lavoro fisico intenso con divertimento e grande partecipazione. Il tutto preceduto da lavori brevi, semplici, con continue variazioni di obiettivo. Se qualcuno pensa che l’utilizzo di giochi con gli adulti rappresenti una scelta banale si sbaglia. I giochi sono una ricchezza perché ti aiutano a trovare la chiave per coinvolgere il giocatore e condurlo alla giusta intensità di lavoro senza caricarlo sul piano cognitivo. Quando è possibile, inoltre, preferisco esercizi e giochi di contatto perché creano entusiasmo, legame e intensità.

Pare scontato, ma va sempre ricordato: non devono mai mancare il pallone, il sorriso e l’entusiasmo, adeguandosi poi al clima e alle condizioni del campo. Un consiglio? Con il clima freddo non dimenticate mai di prestare attenzione al lavoro per gli adduttori. Come? Ne parliamo nel prossimo post.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

ALLENIAMO IL CONTROLLO AL VOLO ORIENTATO
ALLENIAMO IL CONTROLLO AL VOLO ORIENTATO
CALCIO E RISCALDAMENTO: SUBITO I PRINCIPI DI GIOCO
CALCIO E RISCALDAMENTO: SUBITO I PRINCIPI DI GIOCO
CALCIO: L’AVVIO DI SEDUTA IDEALE
CALCIO: L’AVVIO DI SEDUTA IDEALE
CALCIO: RISCALDAMENTO E PRINCIPI DI GIOCO
CALCIO: RISCALDAMENTO E PRINCIPI DI GIOCO

IMPARA A VALORIZZARE LE TUE DOTI DI CALCIATORE

Domenica 30 Giugno 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 15:00

CALCIO: ALLENIAMO I GIOCATORI A TROVARE SOLUZIONI

Sabato 6 Luglio 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 09:00

TECNICA, TEMPO E SPAZIO

Lunedì 8 Luglio 2019

Viale Stadio 23100 Sondrio (Campo Coni)
Ore 08:30

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN