Un blog al giorno

CALCIO: LATTE E LATTICINI, SÌ O NO?

Nella dieta del calciatore possono essere presenti il latte e i suoi derivati, ma in giuste quantità e a certe condizioni

Latte e latticini fanno bene al calciatore? La prima risposta da dare è che, come ogni altro alimento, non fanno male se consumati in giuste quantità. Il latte è ricco di calcio, ma c’è una contropartita: ha un grosso apporto di grassi.  Il calciatore che ne assume troppo si trova, quindi, ad avere un supporto calorico eccessivo rispetto a una nutrizione normale. Questo succede soprattutto fra i calciatori amatoriali, che si allenano due-tre volte la settimana. Il discorso cambia riguardo al professionista, che allenandosi due volte al giorno, fa fronte a un consumo calorico maggiore e, perciò, potrebbe permettersi qualche pasto in più a base di latticini.

 

MAGRI È MEGLIO
Latte intero e formaggi stagionati sono gli alimenti che contengono la maggiore quantità di grassi. Vanno quindi inseriti nell’alimentazione con molta parsimonia. Preferite il latte scremato (o parzialmente scremato) e i formaggi magri (mozzarella, stracchino, fiocchi di latte e ricotta per esempio). Non fa certo male mangiare, una volta ogni tanto, uno yogurt, sempre magro.

IL BURRO È DA EVITARE
È ormai universalmente riconosciuto che il burro non è salutare. L’olio è sicuramente migliore, è ricco di grassi insaturi, da preferire a quelli saturi perché portano benessere al nostro organismo.  Impariamo quindi a utilizzare sempre l’olio al posto del burro.

 

BISOGNA CAMBIARE LE PROPRIE ABITUDINI?
Che si deve fare se si è sempre stati abituati a un’alimentazione ricca di latticini? Bere il latte a colazione è un’abitudine che si può mantenere. La mattina è il momento migliore per assumere latticini avendo poi l’intera giornata per bruciare l’apporto calorico ingerito, fatta eccezione se sono previste partite o sedute d’allenamento nel giro di poche ore. Per il resto della giornata vale il discorso che abbiamo fatto finora: mangiate formaggio e latte magri e con… cautela.

 

NO AL LATTE CON IL CAFFÈ
Evitate di aggiungere il caffè al latte, perché mischiati diventano difficilmente digeribili.

 

VIETATI PRIMA DI UN ALLENAMENTO E DI UNA PARTITA
Se siete a ridosso dell’allenamento o della partita, latte e formaggi non vanno bene per motivi di tempi di digestione. Quindi, in entrambi i casi, anche la mattina rinunciate al latte a favore del tè. Evitate, ovviamente, anche il burro, perché anche in questo caso avreste una lenta digestione, che andrebbe a discapito della vostra performance.

 

NON TOGLIAMO IL LATTE AI BAMBINI
Ancora più che nell’adulto, nel bambino non vanno stravolte le abitudini. Diamogli il formaggio o pane e formaggio durante la giornata, anche la sera; ovviamente, evitiamolo prima dell’allenamento. Il suo metabolismo è più attivo di quello di un adulto, il bambino spende più calorie nell’arco della giornata e ha bisogno di un giusto apporto di calcio. Ben venga anche il bicchiere di latte la sera: contenendo il triptofano (un aminoacido che aiuta a conciliare il sonno), aiuta a dormire meglio.

 

Leggi gli altri articoli a cura del dottor Rodolfo Tavana

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN