Un blog al giorno

CALCIO: SOCIETÀ E MEDIA, FATE SQUADRA

La collaborazione con gli organi di stampa migliora l’immagine della società ed evita inutili e dannosi conflitti con i giornalisti. Consigli e indicazioni.

La stampa è uno strumento fondamentale per veicolare l'immagine di una società di calcio. Può attrarre sponsor e genera visibilità per il progetto di ogni club. Il rapporto che dirigenti, allenatori e calciatori instaurano con i giornalisti però talvolta è… burrascoso. I giornalisti vengono visti come un “fastidio” e non come una risorsa e se qualche volta le società hanno ragione di lamentarsi, altre volte sono loro stesse che non mettono in condizione i nostri colleghi di lavorare al meglio. Eccovi allora alcuni consigli, rivolti ai dilettanti, che arrivano da un collega che, come me, frequenta e scrive di calcio da trent’anni: è Andrea Anzani, giornalista della Prealpina (quotidiano della provincia di Varese) dal 1991, dal 2000 caporedattore sport presso la stessa testata e per vent’anni allenatore in realtà dilettantistiche.

Andrea Anzani, giornalista, La Prealpina

I CONSIGLI PER L’ALLENATORE

«Partiamo con gli allenatori. Innanzitutto devo riconoscere che il tecnico dilettante è sempre più preparato, è una figura cresciuta moltissimo negli ultimi anni, studia, si documenta, raccoglie informazioni… è molto più “professionale” rispetto al passato. Per questo il consiglio che mi sento di dare è di arrivare all’incontro col giornalista di turno possibilmente con dei dati oggettivi da fornire a sostenere la sua visione della partita, utili a rispondere a domande e controbattere, eventualmente, tesi sulle quali non si è d’accordo. Fornire dati oggettivi e condividerli facilitano il compito al giornalista e lo predispongono a maggior ragione all’analisi serena e oggettiva alla quale è tenuto. Dai colleghi viene molto apprezzata, inoltre, la disponibilità dell’allenatore a spiegare il suo modo di vedere e interpretare il calcio. Il tecnico deve avere pazienza a far capire cose tecniche o tattiche quando non vengono ben recepite o malintese. La disponibilità, insomma, fa la differenza, mettere un muro o essere restii allo scambio di informazioni non aiuta affatto.»

 

SOCIETÀ POCO LUNGIMIRANTI

«Per quanto riguarda le società sportive mi spiace sottolineare che con gli anni non si è creata una cultura della comunicazione come dovrebbe, questo aspetto è stato e continua a essere sottovalutato. I club si lamentano con i giornali poi però, per farvi un esempio, forniscono immagini risalenti a stagioni precedenti (con sponsor vecchi!) si fanno pregare per le interviste, non vengono incontro, insomma, alle nostre esigenze. Se ritenete che veicolare la vostra immagine attraverso una corretta e costante presenza sui media sia importante (e lo è), allora investite un po’ delle vostre risorse su questo aspetto. Utilizzate una figura dedicata, un professionista o un ragazzo che ha compiuto degli studi, ha passione, vuole crescere nel campo ed è pronto a fornire tempestivamente immagini video e dati: non improvvisate! Niente dirigente a rotazione, presidente o il primo che alza la mano… A ognuno va il suo compito. È fondamentale che il giornalista abbia un riferimento costante all’interno della società di calcio, questo aiuta la società stessa ad avere, chiedere e ottenere se necessario, a sua volta un riferimento stabile dall’organo di stampa. Si crea così un clima di reciproco e soddisfacente scambio il che migliora la qualità del lavoro del giornalista e a cascata l’immagine del club.»

SITO, UNA PAGINA SOCIAL E TANTE IMMAGINI

Al giorno d’oggi, poi, è fondamentale avere un sito ben curato nei contenuti (basta aggiornarlo due o tre volte la settimana) e un profilo facebook sul quale dialogare con l’esterno in rete. Capitolo immagini: capisco che anni fa ottenerne di aggiornate e valide era più difficile perché ci voleva un fotografo in grado di farle e così via… Con la tecnologia moderna non ci sono scusanti che tengano, è importantissimo dare alla stampa immagini recenti, aggiornate e di qualità: è sufficiente uno smartphone di nuova generazione!»

 

LEGITTIMATE L’ADDETTO STAMPA

Infine, importantissimo, occorre che le società non solo sensibilizzino l’ambiente interno a seguire le indicazioni fornite dall’addetto stampa ma anzi gli forniscano l’autorità di obbligare allenatori e giocatori a seguire le sue indicazioni. Capiamo tutti che alla fine di una partita ci possa essere tensione, delusione e rabbia, ma (per esempio) non presentarsi di fronte ai taccuini per le interviste di rito è un grave errore che mette in difficoltà il giornalista e si ritorce sull’immagine della società. L’addetto stampa deve avere l’autorità, allora, di obbligare il mister o il giocatore reticente ad assolvere alle richieste dei media, per il bene del club.»

 

Leggi gli altri post a cura di Gianluca Ciofi

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO

IMPARA LA TECNICA DAI PROFESSIONISTI

Lunedì 10 Giugno 2019

Viale dello Sport, 00037 Segni (Roma)
Ore 09:00

IMPARIAMO A DOMINARE IL PALLONE

Lunedì 10 Giugno 2019

Campo Comunale di Casamarciano - Viale Giuseppe Verdi (Rione Gescal) - Nola
Ore 08:45

LA STRADA SCENDE IN CAMPO

Lunedì 17 Giugno 2019

STADIO OLMO FERRO - LOCALITÀ NATTA - CELLE LIGURE
Ore 08:30

IMPARIAMO UNA TECNICA FUNZIONALE

Lunedì 24 Giugno 2019

Via Tommaso Traetta 70 (Infernetto) 00124 Roma
Ore 08:30

IMPARA A VALORIZZARE LE TUE DOTI DI CALCIATORE

Domenica 30 Giugno 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 15:00

CALCIO: ALLENIAMO I GIOCATORI A TROVARE SOLUZIONI

Sabato 6 Luglio 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 09:00

TECNICA, TEMPO E SPAZIO

Lunedì 8 Luglio 2019

Viale Stadio 23100 Sondrio (Campo Coni)
Ore 08:30

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN