Un blog al giorno

CALCIO: ALLENATORI E COMUNICAZIONE EFFICACE

Per insegnare ai giovani ed essere un istruttore efficace e carismatico è decisivo l’atteggiamento. Le chiavi sono la gestione delle emozioni e la passione.

Ogni anno l'ambito nel quale mi viene chiesto maggiore supporto da parte degli allenatori è l'acquisizione di conoscenze e strategie utili per comunicare in modo adeguato con i loro giocatori.  I tecnici che mi conoscono meno bene si aspettano che io proponga loro un mero elenco di atteggiamenti da assumere e consigli, declinati per fasce d’età. Ciò che va curato per prima cosa in realtà è un aspetto centrale che va oltre la conoscenza di qualsivoglia nozione. Si tratta dell'atteggiamento che si assume nel momento in cui si scende in campo con i bambini. Per atteggiamento intendo, usando una metafora, una sorta di penna con la quale “scrivere” quanto acquisito attraverso la formazione e la pratica, e lo stile della scrittura dipende dalle proprie emozioni e modo di essere.

 

LA SERENITÀ, DECISIVA PER ESPRIMERSI AL MEGLIO

È fondamentale che l’istruttore acquisisca una competenza affettivo - emotiva che lo renda consapevole del fatto che se lui è nervoso o scontento ciò che “scrive” sarà talmente confuso e disordinato da rischiare di essere “illeggibile”. L’allenatore deve conoscere i suoi limiti, ciò che lo fa innervosire di più e riconoscere quando la nevrosi si manifesta. Se, poi, sa utilizzare anche strategie per calmarsi e rasserenarsi, allora e solo allora riuscirà a entrare in campo “scrivendo” la sua lezione con un tratto lineare, fluido, comprensibile, tale da essere una linea armonica che dal foglio giunge a stringersi attorno ai suoi allievi come in un abbraccio.

 

L'ATTEGGIAMENTO

Il tono della voce, il modo di gesticolare e di esprimersi attraverso le espressioni del volto dipendono dalle emozioni che serbiamo dentro di noi e che nella maggior parte dei casi sono inconsce, ovvero si manifestano a una velocità tale da agire al di sotto della coscienza. Per avere l'atteggiamento giusto la cosa migliore da fare è avere cura delle proprie emozioni, affinché esse si esprimano in modo fluido, armonioso, sereno, acquisibile e chiaro. Questo è necessario affinché la comunicazione del tecnico sia efficace e adeguata. I giocatori da lui si aspettano di essere stimolati a imparare, essere coinvolti, compresi e valorizzati. Si aspettano anche d’essere ripresi e gestiti con fermezza attraverso delle regole. L’istruttore che non si conosce e svolge il suo compito in balia delle emozioni e delle sue ambizioni (non riconosciute) è come colui che ambisce a essere uno scrittore, ma scrive a occhi chiusi.

ELEMENTI CARATTERIALI INDISPENSABILI PER FARE L’ALLENATORE

Ci sono aspetti necessari affinché l'operato del tecnico sia efficace, tratti che definiscono il ruolo e si “colorano” in ogni mister in relazione alle sfumature della sua personalità.

  • Avere autostima, quale risultato di un buon rapporto con sé stessi.
  • Essere empatico, sapersi mettere nei panni dell'altro.
  • Saper agire con spensieratezza. Avere serenità di base e poter beneficiare di strategie utili a mantenere la mente sgombra dall'interferenza dei pensieri che disturbano.
  • Poter contare sull'energia della propria passione. La passione fornisce l'energia che muove l'atteggiamento...
  • Essere resiliente. Saper affrontare le difficoltà con grande forza d'animo. L’allenatore capace di questo è in grado di insegnare ai propri calciatori ad aprire un varco verso la riuscita dei propri intenti. In questo senso la vittoria si delinea come un "effetto collaterale virtuoso", e non uno scopo che è tale perché bramato e per questo spesso irrealizzato.

Successivamente vi darò consigli più specifici e puntuali per arrivare al risultato finale di un atteggiamento mosso da emozioni positive e canalizzate all’interno di questi cinque aspetti comportamentali. Questo risultato finale, questa qualità, quella che sa trascinare verso i loro obiettivi è il carisma.

 

Leggi gli altri post e i consigli a cura di Isabella Gasperini

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

CALCIO E TRANSIZIONE: ALLENIAMO IL CALCIATORE A SCEGLIERE
CALCIO E TRANSIZIONE: ALLENIAMO IL CALCIATORE A SCEGLIERE
SCUOLA CALCIO: SVILUPPIAMO LE CAPACITÀ MOTORIE
SCUOLA CALCIO: SVILUPPIAMO LE CAPACITÀ MOTORIE
IL LESSICO DEL CALCIO, FACCIAMO CHIAREZZA
IL LESSICO DEL CALCIO, FACCIAMO CHIAREZZA
LE ATTIVITÀ LUDICHE PER LE SCUOLE CALCIO
LE ATTIVITÀ LUDICHE PER LE SCUOLE CALCIO

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SCARICA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN