Un blog al giorno

CALCIO, ALIMENTAZIONE E DIGESTIONE

I consigli del nutrizionista per il calciatore che ha lo “stomaco debole” e soffre di problemi digestivi o dolori addominali quando è sottoposto a intenso sforzo fisico.

Allenarsi in generale e quindi anche nel calcio fornisce giovamento all’apparato digerente, favorisce assorbimento dei cibi e regolarità dell’intestino. C’è chi però ha problemi digestivi: reflusso gastroesofageo, nausea, vomito o dolori addominali con crampi e in qualche caso diarrea.

 

QUALI LE CAUSE?

Le cause dell’insorgenza dei disturbi gastrointestinali possono essere molte. Il bruciore di stomaco può essere associato, per esempio, all’uso (a volte abuso) di farmaci antinfiammatori e antidolorifici. Nausea e vomito possono essere causati da una scorretta alimentazione prima della partita (o allenamento che sia) ma anche da disidratazione. I crampi addominali e la diarrea possono essere collegabili, anche qui tra altre motivazioni plausibili, all’uso di bevande troppo ricche di zuccheri che richiamano troppa acqua nell’intestino. Talvolta la causa risiede in un eccessivo uso di alimenti ricchi di fibre se consumati il giorno prima della partita. Un discorso a parte va fatto per chi soffre di intolleranze, per esempio al lattosio. A costoro si suggerisce di evitare l’assunzione di latte, panna e gelato nelle ventiquattr’ore che precedono la partita o l’allenamento.

 

INDICAZIONI UTILI

Cercate di seguire una corretta alimentazione, soprattutto nei giorni che precedono un impegno fisico previsto come molto importante. Evitate, durante la competizione, di arrivare a una condizione di disidratazione perché se associata all’aumento della temperatura corporea, può causare nausea e vomito. Ma attenzione anche al modo in cui ci si idrata perché bevande con concentrazioni troppo elevate di zuccheri possono essere responsabili di dolori addominali e diarrea. È quindi utile provare a bere prima in allenamento, a mo di test personale, le bevande che ritenete di voler assumere durante la partita. È, inoltre, importante ricordare di consumare il pasto pre gara almeno tre ore prima, evitando cibi troppo grassi che hanno un tempo di digestione più lungo.

 

Leggi gli altri post con i consigli del dottor Ardizzi

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO

IMPARA LA TECNICA DAI PROFESSIONISTI

Lunedì 10 Giugno 2019

Viale dello Sport, 00037 Segni (Roma)
Ore 09:00

IMPARIAMO A DOMINARE IL PALLONE

Lunedì 10 Giugno 2019

Campo Comunale di Casamarciano - Viale Giuseppe Verdi (Rione Gescal) - Nola
Ore 08:45

LA STRADA SCENDE IN CAMPO

Lunedì 17 Giugno 2019

STADIO OLMO FERRO - LOCALITÀ NATTA - CELLE LIGURE
Ore 08:30

IMPARIAMO UNA TECNICA FUNZIONALE

Lunedì 24 Giugno 2019

Via Tommaso Traetta 70 (Infernetto) 00124 Roma
Ore 08:30

IMPARA A VALORIZZARE LE TUE DOTI DI CALCIATORE

Domenica 30 Giugno 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 15:00

CALCIO: ALLENIAMO I GIOCATORI A TROVARE SOLUZIONI

Sabato 6 Luglio 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 09:00

TECNICA, TEMPO E SPAZIO

Lunedì 8 Luglio 2019

Viale Stadio 23100 Sondrio (Campo Coni)
Ore 08:30

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN