Un blog al giorno

IL RAPPORTO ALLENATORE SQUADRA NEL CALCIO

La decisione di lasciare l'incarico a volte è una liberazione, altre un gesto di dignità e coerenza ma è sempre e comunque dolorosa: quando è il caso o è opportuno farlo? L'opinione di Renzo Ulivieri.

La mia stagione è finita in anticipo, a tre giornate dal termine e in piena zona playoff ho rassegnato le dimissioni. Ho sempre chiesto ai miei giocatori di mettere il bene della squadra davanti a se stessi, mi sono sentito in dovere di farmi da parte per questo motivo appena ho capito che non riuscivo a incidere in maniera positiva sul gruppo. Ho preferito affrontare la delusione e l’insuccesso mantenendo un minimo di coerenza. Il concetto alla base di tutto per me è che non posso chiedere qualcosa ai miei giocatori che non sono disposto a fare io stesso. Ci aspettavano tre scontri diretti importanti, valevano la qualificazione per il salto di categoria, purtroppo però sono emerse tensioni all’interno dello spogliatoio e il rapporto ormai saturo rischiava di compromettere le restanti partite. Quindi nell’ultimo confronto con Renzo Ulivieri, il presidente di tutti noi che mi ha accompagnato con i suoi consigli dall'inizio della stagione, siamo entrati nel merito di questo argomento.

 

Quando e come si capisce che è arrivato il momento di farsi da parte?

«La storia di una squadra che si sfalda è una storia purtroppo abbastanza frequente, spesso questo fatto è legato ai risultati. Anche se a noi allenatori non pare giusto è normale che quando mancano i risultati l'attenzione sia rivolta tutta su di noi e quei momenti diventano particolarmente critici. In tantissime situazioni giocano un ruolo importante anche il caso o un colpo di fortuna, una partita che finisce bene e la squadra riprende il cammino. Quando questo non succede la posizione dell’allenatore comincia a essere instabile e in queste situazioni spesso viene meno il consenso dei giocatori. È, questa, una fiducia che dobbiamo cercare a ogni costo anzi, bisogna essere consci del fatto che l’unanimità all’interno di un gruppo è un fatto molto raro».

 

Guarda il prossimo appuntamento con Renzo Ulivieri

 

Come si affrontano questi momenti così difficili?

«Quando l’allenatore capisce che c’è scollamento fra lui e la squadra qualche volta occorre che faccia un passo indietro, anche se è una scelta che io non consiglio. Nel nostro animo sono momenti di grande difficoltà, perché è la presa di coscienza di un insuccesso e neanche privato ma pubblico. Il tecnico deve trovare dentro di se la forza per reagire. Quella forza che di solito ha dopo una sconfitta o dopo due, tre o quattro. Però cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno. Il dopo dimissioni o il dopo esonero è un periodo molto importante per la carriera di un allenatore perché è il momento in cui ci si guarda dentro, si mettono a fuoco gli errori fatti e si studia. Per ripartire».

 

Leggi gli altri post con le indicazioni, i consigli e le esercitazioni suggerite da Renzo Ulivieri

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO

LA STRADA SCENDE IN CAMPO

Lunedì 17 Giugno 2019

STADIO OLMO FERRO - LOCALITÀ NATTA - CELLE LIGURE
Ore 08:30

IMPARIAMO UNA TECNICA FUNZIONALE

Lunedì 24 Giugno 2019

Via Tommaso Traetta 70 (Infernetto) 00124 Roma
Ore 08:30

IMPARA A VALORIZZARE LE TUE DOTI DI CALCIATORE

Domenica 30 Giugno 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 15:00

CALCIO: ALLENIAMO I GIOCATORI A TROVARE SOLUZIONI

Sabato 6 Luglio 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 09:00

TECNICA, TEMPO E SPAZIO

Lunedì 8 Luglio 2019

Viale Stadio 23100 Sondrio (Campo Coni)
Ore 08:30

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN