Un blog al giorno

CALCIO: PRIMO CONTROLLO, ESERCIZI

Allenare la capacità di dominare il pallone in arrivo è essenziale per il calciatore moderno. Alcune esercitazioni per una efficace ricezione orientata

In questo post analizziamo ed esercitiamo uno dei gesti che nel calcio femminile è fra i più carenti e che, in realtà, è ormai bagaglio essenziale del calciatore moderno (leggi il post di Alessandro Musicco nel suo blog). È il primo controllo, una capacità tecnica considerata così importante da essere diventata criterio di valutazione dei futuri talenti. Si tratta della capacità di dominare il pallone in arrivo scegliendo anticipatamente la superficie anatomica più efficace ed efficiente. La ricezione può avvenire in fase aerea o rasoterra: in entrambi i casi il controllo può essere sul posto oppure orientato e ancora aperto o chiuso. Le parti del corpo che possono ammortizzare la traiettoria di una palla sono diverse:

  • suola;
  • interno piede;
  • esterno piede;
  • collo piede;
  • coscia;
  • petto;
  • testa.

Non esiste una unica soluzione corretta, bensì la capacità di adattarsi a ogni particolare situazione di gioco, che non si presenta mai identica alla precedente. Tralasciamo, in questo post, lo “stop”, il più conosciuto, ovvero quello sul posto che si pratica molto spesso nel calcio a 5, a causa degli spazi estremamente ridotti di gioco. Concentriamoci su quello che è considerato il primo vero controllo e che prevede lo spostamento del pallone in funzione:

  • della giocata successiva;
  • della posizione dei compagni;
  • della posizione degli avversari.

Nel calcio moderno è essenziale l’ottimizzazione del numero di tocchi, la rapidità di esecuzione e la riduzione dei tempi di giocata. La ricezione orientata è considerata in pratica alla stregua di un dribbling, utile all’efficace superamento di un avversario. La differenza tra ricezione con palla in arresto e in movimento determina il passaggio da tecnica di base a tecnica applicata al contesto di gioco. Ritengo sia importante allenare il vero e proprio arresto del pallone per acquisire padronanza con l’attrezzo a livello di dominio, ma è bene esercitarsi sul primo tocco pensando a facilitare il gesto che seguirà (guida, dribbling, trasmissione o tiro in porta). Il controllo orientato prevede uno spostamento deciso della sfera per mezzo di un rapido cambio di direzione, in modo da guadagnare tempo e spazio all’interno della situazione di gioco, e può essere effettuato in tutte le direzioni.

 

INDICAZIONI E CONSIGLI

  • Non aspettate il pallone da fermi. Meglio ancora effettuate un movimento di smarcamento incontro o in corsa ed evitate il rimbalzo.
  • La superficie di contatto non deve essere completamente rigida, così da evitare l’effetto “muro”, l’arto coinvolto deve essere sciolto, rilassato.

PREREQUISITI TECNICO COORDINATIVI

  • Capacità di equilibrio, coinvolgendo il corpo intero.
  • Percezione spazio temporale, intesa come valutazione della traiettoria.
  • Capacità di differenziazione, intesa come valutazione della forza da imprimere.
  • Capacità di dominio della palla.

GLI ERRORI PIÙ COMUNI

  • Non comunicare alla compagna o al compagno che sta per eseguire il gesto l’arrivo di un avversario (“uomo”) oppure la possibilità di avere spazio a disposizione (“solo”).
  • Non utilizzare gli arti superiori per difendere il pallone e darsi equilibrio.
  • Guardare solo il pallone e non sfruttare la visione periferica.
  • Non saper scegliere il piede più idoneo per effettuare la giocata; non essere in grado di utilizzare il piede debole.

La capacità tattico strategica di vedere, percepire e scegliere e il tempo impiegato per sistemare il pallone in funzione della successiva scelta possono segnare la differenza tra un fuoriclasse e un giocatore mediocre, riassumendo in pratica ciò che è l’essenza del calcio: doti tecniche messe al servizio di rapide ed efficaci scelte decisionali. Vi propongo allora due semplici esercitazioni mediante le quali il tecnico può porre attenzione e verificare i progressi dei suoi giocatori su questo fondamentale aspetto di tecnica individuale (figure 1 e 2, clicca sulle immagini per aprire le schede complete delle proposte).

 

Leggi gli altri post a cura di Gaia Missaglia

 

GIOCO DI POSIZIONE SU QUADRATO

Figura 1: clicca sull'immagine per aprire la scheda completa dell'esercizio

GIOCO SITUAZIONALE DALL’ 1 vs 1 AL 2 vs 2

Figura 2: clicca sull'immagine per aprire la scheda completa dell'esercizio

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
UNA GUIDA PER CHI ALLENA SUI CAMPI ARTIFICIALI
CALCIO, UTILIZZIAMO LE SUPERFICI PER INSEGNARE
CALCIO, UTILIZZIAMO LE SUPERFICI PER INSEGNARE
CALCIO E GIOVANI, LAVORIAMO SUBITO IN MODO INTEGRATO
CALCIO E GIOVANI, LAVORIAMO SUBITO IN MODO INTEGRATO
MASSIMA PRESTAZIONE E ATTENZIONE ALLA SALUTE NEL CALCIO
MASSIMA PRESTAZIONE E ATTENZIONE ALLA SALUTE NEL CALCIO

IMPARA LA TECNICA DAI PROFESSIONISTI

Lunedì 10 Giugno 2019

Viale dello Sport, 00037 Segni (Roma)
Ore 09:00

IMPARIAMO A DOMINARE IL PALLONE

Lunedì 10 Giugno 2019

Campo Comunale di Casamarciano - Viale Giuseppe Verdi (Rione Gescal) - Nola
Ore 08:45

LA STRADA SCENDE IN CAMPO

Lunedì 17 Giugno 2019

STADIO OLMO FERRO - LOCALITÀ NATTA - CELLE LIGURE
Ore 08:30

IMPARIAMO UNA TECNICA FUNZIONALE

Lunedì 24 Giugno 2019

Via Tommaso Traetta 70 (Infernetto) 00124 Roma
Ore 08:30

IMPARA A VALORIZZARE LE TUE DOTI DI CALCIATORE

Domenica 30 Giugno 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 15:00

CALCIO: ALLENIAMO I GIOCATORI A TROVARE SOLUZIONI

Sabato 6 Luglio 2019

Via Campo Sportivo 9 - 28047 Oleggio (Novara)
Ore 09:00

TECNICA, TEMPO E SPAZIO

Lunedì 8 Luglio 2019

Viale Stadio 23100 Sondrio (Campo Coni)
Ore 08:30

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN