Un blog al giorno

CALCIO: L’ALLENATORE, CONOSCENZE E COMPETENZE

Il mister deve osservare la squadra, sapere che cosa guardare, individuare cosa correggere e decidere su cosa lavorare.

Ogni allenatore, nel suo lavoro, deve partire dai giocatori, da quello che meglio sanno fare (singolarmente e assieme) per poi far sì che esprimano, sul campo, il massimo delle loro potenzialità. Il tecnico non deve pretendere che la squadra esegua sul campo azioni mandate a memoria frutto esclusivamente di quello che lui immagina. Quello che si chiede ai calciatori deve essere eseguito sulla base delle loro conoscenze e capacità, il gioco è già nella loro testa. Anche per questo, concetto già espresso nel precedente post, è importante, in allenamento, non proporre esercitazioni lontane da quello che realmente accade in partita. L’allenatore competente è quello capace di riconoscere ed elaborare le informazioni ricevute dai giocatori, deve pensare a loro come soggetti e non oggetti.

 

ALLENARE LA SQUADRA COME UN TUTT’UNO

Il calcio ha una logica che unisce tutti i giocatori e i reparti fra loro. L’esercizio che è rischioso e “disgrega” è quello proposto scomponendo il gioco. Separando l’attacco dalla difesa, per esempio, perché c’è un solo calcio, non due parti distinte. Già durante la fase di possesso generiamo le condizioni di quando dovremo difendere e viceversa. Il concetto di transizione e il suo sviluppo infatti, nel calcio moderno, è determinante ai fini del risultato. In fase difensiva si può cedere a insegnare automatismi specifici, che però non sono ostacolo alla libertà di espressione dei calciatori ma semplicemente la sublimazione della loro intelligenza al servizio della squadra (seguono due esercitazioni a titolo esemplificativo).

 

ALLENIAMO L’ATTACCO E IL PRESSING PER LA RICONQUISTA ALTA IN INFERIORITÀ

Clicca sull'immagine per aprire la scheda completa dell'esercizio

ALLENIAMO LA DIFESA IN INFERIORITÀ

Clicca sull'immagine per aprire la scheda completa dell'esercizio

CONOSCENZE E COMPETENZE DELL’ALLENATORE

Non bisogna, infine, confondere le conoscenze con le competenze. Le prime non sono tangibili, si creano con il lavoro, l’esperienza, la voglia di mettersi in discussione e crescere. Le altre invecchiano tanto rapidamente da essere, a volte, inservibili anche se sono, nel calcio d’oggi, un’ossessione. Tutti, nel nostro mondo, badano a crearsi competenze (società, allenatori, addetti ai lavori, giornalisti e genitori) perché in esse vedono la possibilità di capire meglio il mondo che li circonda e trascurano le conoscenze. Eppure, nel lavoro con la squadra, per poter cercare una ragione, un perché alle cose dobbiamo conoscere, ovvero sapere cosa cercare. La conoscenza è tutta racchiusa nella nostra mente e lì dobbiamo guardare se vogliamo sapere. È logico che immediatamente dopo avere capito cosa cercare si mettono a frutto le competenze. Se, però, continuiamo a considerare le conoscenze come qualcosa di inservibile, di vecchio, di poco pratico e le competenze come la nostra unica via di approcciarci alla realtà, restiamo nel mezzo del guado. Saremo come chi ha in mano degli strumenti, ma non sa cosa farsene perché le condizioni per saperli usare cambiano di continuo. Lo sport, da questo punto di vista, ti arricchisce sempre e ti dà lezioni di vita. Perché lo sport è come l’arte: trovi sempre un nuovo obiettivo che si trasforma e ti insegna a metterti in gioco. In continuazione.

 

Leggi gli altri post e guarda gli esercizi a cura di Angelo Pereni

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN