Un blog al giorno

CALCIO: LAVORIAMO SUGLI SCHEMI MOTORI DI BASE

Fare calcio per i piccini è un momento decisivo per la crescita coordinativa dell’adulto che saranno. Costruiamo esercitazioni adatte agli obiettivi dell’età.

Quando parliamo di attività motorie coordinative cosa intendiamo realmente? Regolazione e controllo del movimento per esempio: una capovolta, un passaggio a un compagno, uno smarcamento per ricevere palla. Si tratta dunque di un concetto globale che non si limita all’aspetto solo motorio. Le capacità coordinative vengono a loro volta classificate in generali e speciali. Occorre precisare che non è possibile allenarne singolarmente una poiché durante l’esecuzione di qualsiasi movimento (motorio o tecnico che sia) viene richiesto l’intervento di più capacità alla volta.

 

LE CAPACITÀ COORDINATIVE GENERALI

Le tre capacità coordinative generali, che vi descriviamo di seguito, hanno una relazione d’interdipendenza molto stretta. Un’abilità prima la si apprende, successivamente la si migliora con un incremento del controllo e infine la si adatta trasformandola (in funzione di stimoli e cambiamenti interni o esterni) a un’abilità superiore.

  • L’apprendimento motorio è la capacità d’imparare, assimilare e acquisire movimenti, da quelli semplici a quelli complessi, tramite la ripetizione di esercitazioni.
  • Il controllo motorio è la capacità di controllare i movimenti durante l’esecuzione, secondo un obiettivo e un programma d’azione stabilito.
  • L’adattamento e trasformazione rappresentano la capacità di cambiare, trasformare e adattare movimenti appresi in precedenza in risposta a improvvisi mutamenti delle condizioni esterne, per permettere di raggiungere sempre e in ogni modo il risultato motorio previsto.

 

LE CAPACITÀ COORDINATIVE SPECIALI

  • Capacità di combinazione e accoppiamento dei movimenti. Saper combinare e mettere nella giusta successione movimenti diversi tra loro.
  • Capacità di orientamento spazio-temporale. Saper valutare e modificare i movimenti del corpo nello spazio circostante e nel tempo.
  • Capacità di differenziazione cinestetica. Essere sensibili e consci delle posizioni reciproche delle diverse parti del corpo e saper intervenire tempestivamente per modificarle.
  • Capacità di reazione motoria. Implica saper reagire rapidamente con movimenti adeguati di fronte a una situazione non prevista e improvvisa.
  • Capacità di ritmizzazione. Saper eseguire movimenti in successione ritmica, attraverso l’organizzazione cronologica delle contrazioni e decontrazioni muscolari.
  • Capacità di equilibrio. È la capacità di mantenere o riprendere una condizione di equilibrio quando i movimenti o una forza esterna tendono a turbarla.

GLI SCHEMI MOTORI DI BASE

Lo sviluppo degli schemi motori di base insieme alle capacità coordinative svolgono un ruolo fondamentale, soprattutto con i più piccini. Tra questi troviamo gesti come il saper rotolare, saltare, strisciare, eseguire una capovolta oltre che saper correre, camminare e lanciare.  Alla luce di quanto esposto grazie alla collaborazione di Enrico Mordillo, vi proponiamo un’esercitazione motoria coordinativa che è pensata per soddisfare le esigenze proprie della fascia d’età.

 

GARA A SQUADRE: SVUOTA IL CASTELLO

Clicca sull'immagine per aprire la scheda completa dell'esercitazione

Dividete i giocatori in più squadre (tre nell’esempio) che disputeranno una sfida nella quale vince quella che recupera il maggior numero di palloni precedentemente posizionati all’interno di un quadrato posto alla fine di tre percorsi (clicca sull’immagine per aprire la scheda completa dell’esercitazione).

 

Leggi gli altri post e guarda gli esercizi a cura di Enrico Mordillo realizzati sotto la supervisione dell’Aipac e dei più qualificati professionisti della preparazione fisica e motoria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

SCUOLA CALCIO: SVILUPPIAMO LE CAPACITÀ MOTORIE
SCUOLA CALCIO: SVILUPPIAMO LE CAPACITÀ MOTORIE
IL LESSICO DEL CALCIO, FACCIAMO CHIAREZZA
IL LESSICO DEL CALCIO, FACCIAMO CHIAREZZA
CALCIO, PREPARAZIONE FISICA E INFORTUNI
CALCIO, PREPARAZIONE FISICA E INFORTUNI
LE ATTIVITÀ LUDICHE PER LE SCUOLE CALCIO
LE ATTIVITÀ LUDICHE PER LE SCUOLE CALCIO

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SCARICA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN