Un blog al giorno

CALCIO: PROPOSTE PER I GIOVANI PORTIERI

Se non si ha a disposizione il preparatore specifico non isolate i numeri uno allontanandoli dalla squadra. Fateli giocare col gruppo e date loro obiettivi specifici.

Nel post precedente ho voluto sottolineare quanto sia importante, al giorno d’oggi, che i giovani numeri uno vengano coinvolti il più possibile nei giochi e nelle partitelle con i loro compagni di squadra. Nella seduta di allenamento purtroppo il portiere è spesso delegato a partecipare solo ad alcune fasi specifiche ma il preparatore dei portieri, incaricato dell'insegnamento della tecnica di base del ruolo, spesso non può essere presente.  Molti tecnici, inoltre, devono addirittura lavorare con la squadra senza avere un istruttore specifico per il ruolo. Questi momenti di “vuoto” possono essere sfruttati, con l'ausilio della squadra, per sviluppare in maniera ottimale altri aspetti della formazione del giovane. Quando il portiere è con la squadra, insomma, l'allenatore ha il dovere di sfruttare questa risorsa.

 

FATELI GIOCARE CON GLI ALTRI MA CON REGOLE DEDICATE

Nella fase di attivazione si possono proporre delle esercitazioni simili per tutti i componenti la rosa ma anche adattarle in funzione delle competenze che il portiere deve accrescere nella sua specificità. È spesso infatti in questa fase che il numero uno viene escluso e allontanato a fare “esercitazioni solitarie”. In base agli obiettivi della seduta, possono essere organizzati diversi esercizi:

  • un’attivazione comune a tutti sotto forma di gioco;
  • delle varianti strettamente tecniche;
  • delle proposte a stazione dove possono essere sviluppati degli obiettivi combinati.

DUE SEMPLICI ESEMPI

Vi lascio, per darvi degli esempi e degli spunti, due proposte in linea con gli obiettivi fissati dal post.

 

ALLENIAMO IL RILANCIO IN FASE DI ATTIVAZIONE

Supponiamo che in fase di attivazione l’allenatore faccia disputare alla squadra un possesso palla o un esercizio di ricezione e trasmissione. Il portiere può svolgere la stessa esercitazione ma in prossimità della porta muovendosi come fosse in partita a copertura della stessa. Se riceve palla può: a) rilanciarla fuori area a un compagno a sua scelta il quale avrà come obiettivo calciarla all’interno di una porta posta di fronte a lui; b) rilanciarla scegliendo uno fra due compagni designati (quello libero) che si smarcano all’esterno mentre un avversario (anch’esso designato) dovrà occuparsi di andare a marcare uno dei due.

 

Leggi gli altri post e guarda gli esercizi a cura di Andrea Pasquot

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
LA MOBILITÀ GENERALE NEL CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
I GIOCHI MOTORI PER LA SCUOLA CALCIO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO, GIOCHI DI POSIZIONE E ALLENAMENTO
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE
CALCIO GIOVANILE, IL GIOCO DEL MAGO COLORE

AGGIUNGICI SU FACEBOOK

DIGITAL MAGAZINE

ALLENARE IL GIOVANE PORTIERE

Un programma per ottimizzare i tempi di lavoro e il numero di contatti con la palla quando lavoriamo con più portieri. Una semplice proposta per chi allena nei settori giovanili.

SFOGLIA

Iscriviti su ALLFOOTBALL oppure esegui il LOGIN